LO STATUTO DELLA MASSONERIA - Massoneria Universale Liberale

Vai ai contenuti

Menu principale:

LO STATUTO DELLA MASSONERIA

ATTO COSTITUTIVO DEL GRANDE ORIENTE DI NAPOLI E DELLE DUE SICILIE DI RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO


La Rispettabile Loggia Madre Libera, Autonoma e Sovrana “Sebetia-Ter” è stata rifondata dal Fratello Ezio Ghidini Citro con Decreto n° 16/ del 13 febbraio 1984 dal Supremo Consiglio dei Sovrani Grandi Ispettori Generali del 33° ed Ultimo Grado  del Rito Scozzese Antico ed Accettato per la giurisdizione Massonica  Italiana firmato dal Sovrano Gran Commendatore  e Gran Maestro Fausto Bruni.
Resasi Sovrana, Libera ed Autonoma il 18 Marzo 1986.
Il giorno18 Marzo 1986  è stato costituito in Napoli, ai sensi delle vigenti Leggi della Repubblica Italiana sulle associazioni non riconosciute,  il “ Grande Oriente di Napoli e delle Due Sicilie di Rito Scozzese Antico ed Accettato”con sede all’ Oriente di Napoli .
Il Grande Oriente di Napoli e delle Sicilie di Rito Scozzese Antico ed Accettato è indipendente, indiviso, responsabile, autonomo e sovrana autorità, su tutto il territorio della Repubblica italiana per il governo dei Gradi della Pura ed Antica Massoneria Universale, di seguito  elencati:
a) 1° Grado di Apprendista Ammesso,
b) 2° Grado di Compagno di Mestiere,
c) 3° Grado di Maestro Muratore, compreso il suo completamento denominato .
Assume integralmente quali sue Carte Costitutive il testo dei cinque Documenti, approvati dalla Gran Loggia Unita d'Inghilterra, di seguito elencati:
1. "Antichi doveri e Regole che devono essere letti dal Segretario al Maestro Eletto prima della sua installazione a Venerabili', in quindici articoli
2. "Scopi e Relazioni della Massoneria", in nove articoli.
3. "Principi fondamentali per il riconoscimento di una Gran Loggia", in otto articoli.
4. "1 doveri  di un libero Muratore da leggere quando vengono ammessi nuovi Fratelli o quando il Venerabile lo ordini ", in sei capi
5. "Dichiarazione su Massoneria e Religione"
I Fratelli della Loggia -Appezzato Antonio, Bellucci Luciano, Ezio Ghidini Citro, Fortunato Luigi, Gargiulo Salvatore, Giordano G. Giacomo, Indrizzi Pio, Iorio Francesco, Larocca Vittorio, Maone Filippo, Nardeschi Franco, Padula Francesco, Riccio Roberto, Rossi Vincenzo, Sangiovanni Alfredo, Zurlo Giuseppe-Costituiscono e Fondano il Grande Oriente di Napoli e delle Due Sicilie di Rito Scozzese Antico ed Accettato con sede all’ Oriente di Napoli, eleggono il Fratello Ezio Ghidini Citro Sovrano Gran Commendatore e Gran Maestro .
Lo stemma del Grande Oriente di Napoli  e delle Due Sicilie è quello della Loggia Madre Sebetia-Ter recante la scritta ; Grande Oriente di Napoli e delle Due Sicilie – R .L .M . Sebetia-Ter  5808 con al Centro lo stemma Murattiano della Prima Loggia Sebetia .
La Loggia Madre Sebetia-Ter ha potere decisionale e deliberante  sull’ Ordine e sul Rito Scozzese Antico ed Accettato ed è rappresentata dal Venerabile che è Gran Maestro, Sovrano e Gran Commendatore.
Il Venerabile Gran Maestro Sovrano e Gran Commendatore nomina tre  il Gran Maestri Aggiunti di cui uno è Vicario che guida i lavori dell’Ordine in sua vece.
La Rispettabile Loggia Madre “Sebetia-Ter” per l’Ordine Massonico approva ed applica la seguente Costituzione.
Letta approvata e sottoscritta  dai Fratelli fondatori della loggia Madre Sebetia-Ter .
Napoli 18 Marzo 1986 :

CIÒ PREMESSO, IN DATA 11 NOVEMBRE 2007, LA G.:L.: D.: G.:O.:N.:D.:S.: HA EMESSO LA SEGUENTE TAVOLA ARCHITETTONICA CONDIVISA ALL’UNANIMITÀ DA TUTTI I MM.:VV.: RAPPRESENTANTI TUTTI I FRATELLI DI OGNI ORDINE E GRADO DELLE RISPETTIVE LL.: E DECIDE DI COSTITUIRE UNA NUOVA MASSONERIA CHE SIA IL PUNTO DI RIFERIMENTO DEL TERZO MILLENNIO, CAPACE DI DARE ALL’UMANITA’ LA DIGNITA’, LA LIBERTA’ E LA CONOSCENZA E CHE SI ISPIRI AI PRINCIPI FONDAMENTALI DEI DIRITTI DELL’ UOMO:  
L' Illuminismo ha diffuso il concetto che ogni essere umano possiede dei diritti fondamentali innati, che non gli possono essere sottratti da nessuno, in particolar modo dallo stato e dai suoi funzionari. Questi diritti, ai quali non si può rinunciare, vengono comunemente chiamati diritti dell' uomo. Sono stati codificati per la prima volta nel 1776, nella "Bill of Rights" della Virginia (USA) e poi nella Dichiarazione Dei Diritti dell' Uomo francese, nel 1789. Oggi questi diritti sono sanciti dal diritto internazionale, in particolare dalla Dichiarazione Universale Dei Diritti Dell' Uomo (DUDU) dell' ONU (10.12.1948), dalla Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo europea, unitamente ai suoi protocolli, e dalle Convenzioni Internazionali dell' ONU relative ai diritti politici e civili (ICCPR) e ai diritti economici, sociali e culturali (ICESCR).

LEGGI TUTTO IL DOCUMENTO


ITALIANO



INGLESE




Gioacchino Murat - Gran Maestro del Grande Oriente di Napoli e delle due Sicilie, fondatore della Loggia Sebetia
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu